PAOLO RIGHI, PRESIDENTE CONFASSOCIAZIONI IMMOBILIARE:

“LEGGE DI BILANCIO: COMPARTO IMMOBILIARE DIMENTICATO DAL GOVERNO”

UN NUOVO MODELLO DI CONCERTAZIONE MEDIACONSUMRoma, 30 novembre 2017 – “Legge di Bilancio: comparto immobiliare dimenticato dal Governo. Bocciando l’estensione della cedolare secca alle locazioni commerciali, la Commissione Bilancio del Senato affossa ancora una volta il settore immobiliare”. Lo ha dichiarato in una nota, Paolo RIGHI, Presidente di CONFASSOCIAZIONI IMMOBILIARE. 

“Il Governo ha perso una ulteriore occasione – ha continuato il Presidente RIGHI – per dare un segnale positivo al comparto dell’immobiliare. Gli investimenti privati nei locali commerciali sono fermi da anni a causa dell’alta tassazione e di contratti ormai obsoleti che non permettono alla proprietà e all’inquilino di modulare i canoni in base all’andamento dell’economia. Siamo l’unico Paese in Europa che vede i prezzi dell’immobiliare ancora in calo, mentre gli altri Stati possono vantare percentuali di aumento dei prezzi e delle transazioni a due cifre”.

“La proroga di due anni della cedolare secca al 10% per i canoni concordati non soddisfa le associazioni del comparto Real Estate. Come è possibile – ha affermato Paolo RIGHI – pensare di poter prorogare solo per due anni una condizione di favore su contratti di durata quinquennale?”. Conf Logo.png

“Dopo aver ulteriormente danneggiato gli operatori del comparto – ha concluso il Presidente di CONFASSOCIAZIONI Immobiliare – imponendogli di diventare sostituti d’imposta in caso di riscossione dei canoni sulle locazioni brevi e penalizzando di fatto il mercato delle locazioni turistiche, ora si assiste all’ennesimo colpo inferto all’immobiliare”.

 

#Confassociazioni #laretedellereti #realestate

About admin

Comunicati Stampa a cura di: Dott.ssa Adriana Apicella Direttore Generale CONFASSOCIAZIONI email: UfficioStampa@confassociazioni.eu