giovedì, Maggio 19, 2022

POLI E PAGANI, CONFASSOCIAZIONI: “E’ NECESSARIO UN MOMENTO DI CONFRONTO PER EVIDENZIARE L’IMPORTANZA DELLE SPECIALI COMPETENZE DEL CTU”

Roma, 26 aprile 2022 – “E’ necessario un momento di confronto per evidenziare l’importanza delle speciali competenze del CTU. Da qui la volontà di CONFASSOCIAZIONI in collaborazione con l’Osservatorio nazionale sulla Giustizia Civile di CONFASSOCIAZIONI, di organizzare una conferenza stampa dal titolo emblematico La riforma del processo civile, occasione da non perdere: il ruolo del CTU e la qualità delle conoscenze esperte che entrano nel processo in calendario il prossimo 3 maggio alle ore 16.00 a Roma presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati”. Lo hanno dichiarato il Presidente dell’Osservatorio nazionale sulla Giustizia Civile di CONFASSOCIAZIONI, Carlo POLI e il Vice Presidente Nazionale Vicario Aggiunto di CONFASSOCIAZIONI, Franco PAGANI.

Carlo Poli

“Nella riforma del processo civile non dobbiamo farci sfuggire l’occasione per intervenire sui due principali punti irrisolti della disciplina della C.T.U.  – ha sottolineato il Presidente POLI – ovvero il controllo giudiziale sulla qualità della scienza e della tecnica che attraverso l’esperto entrano nel processo, e l’inquadramento della consulenza tecnica come mezzo di prova. Difatti, le recenti sentenze delle Sezioni Unite della Cassazione hanno messo in evidenza le contraddizioni e le difficoltà pratiche che l’attuale disciplina della CTU comporta”.

Franco Pagani

Secondo Franco PAGANI Vice Presidente Nazionale Aggiunto Confassociazioni “è evidente la necessità di elevare la competenza e formazione specialistica dei consulenti tecnici d’ufficio, che la stessa legge di riforma tenta di risolvere in termini di formazione continua e specializzazione. A nostro parere il problema della qualità delle conoscenze tecniche e scientifiche che attraverso il CTU entrano nel processo deve essere affrontato intervenendo in primis anche sulla modalità stessa di iscrizione e revisione dell’albo tenuto presso ogni tribunale (in previsione albo unico nazionale), con attenzione maggiore anche alle figure di alta qualificazione non tradizionali”.

Angelo Deiana

“Alla luce dei fatti – ha concluso il Presidente di CONFASSOCIAZIONI, Angelo DEIANA – si evidenzia nella legge di riforma una lacuna che, ovviamente, necessita di essere colmata. Difatti la proliferazione, la frammentazione e la specializzazione dei saperi così come delle conoscenze porta inevitabilmente alla necessità di aggiornare previsioni legislative ormai obsolete ed inoltre limitate in quanto si riferiscono soltanto ad alcune categorie, quali gli estimatori e i professionisti ordinistici. Noi come CONFASSOCIAZIONI siamo fortemente convinti, invece, che gli organismi di secondo e terzo livello di rappresentanza nazionale delle professioni associative possano contribuire a fornire competenze iper-specialistiche per determinate categorie professionali alla stessa stregua delle Camere di commercio o dei membri dei Consigli degli ordini professionali”.

Alla conferenza stampa La riforma del processo civile, occasione da non perdere: il ruolo del CTU e la qualità delle conoscenze esperte che entrano nel processo insieme al Presidente di CONFASSOCIAZIONI Angelo DEIANA, al Presidente dell’Osservatorio Nazionale sulla Giustizia Civile di Confassociazioni Carlo POLI e al Vice Presidente Vicario Aggiunto di Confassociazioni Franco PAGANI,  ci saranno la Presidente del Tribunale di Firenze Marilena RIZZO e Vincenzo ANSANELLI Membro dell’Osservatorio Nazionale sulla Giustizia Civile di Confassociazioni e Professore Associato in Diritto Processuale Civile  dell’Università degli Studi di Genova.

Modera l’incontro il Presidente Confassociazioni International Gianni LATTANZIO.

La conferenza può essere seguita in diretta streaming dalla web Tv della Camera dei Deputati: https://webtv.camera.it/conferenze_stampa

Scarica il programma conferenza stampa 3 maggio 2022

About Adriana Apicella